fbpx

Via Lamborghini 120, Modena, 41121 0595801438 amministrazione@kreaweb.it

Importanza dei colori nel marketing

L’importanza dei colori nel Marketing

Nel marketing dei contenuti il colore è un segnale d’azione che indirizza le nostre emozioni.Il colore fa sì che il tuo pubblico veda quello che tu vuoi che veda, senta quello che tu vuoi che senta e faccia quello che tu vuoi che faccia. Il colore che scegli può anche influenzare la facilità di utilizzo e la leggibilità di un contenuto.

colori nel marketing

Se ti occupi di marketing, hai bisogno di comprendere quale significato le persone attribuiscono ai colori. Non reagiamo tutti allo stesso modo ai colori, poiché tutti abbiamo esperienze diverse relative ad eventi, cultura, ricordi, persone. Nonostante ciò, possiamo identificare delle linee generali che ci mostrano come le persone rispondono al colore e capire come utilizzare la teoria dei colori per la creazione di un’efficace strategia di web marketing.

La percezione che abbiamo dei colori e le sensazioni che suscitano in noi sono in maggior parte dipendenti dalle nostre singole esperienze. Quindi non sarebbe corretto affermare che ad ogni colore corrisponde una specifica sensazione universale.

Tuttavia ci sono delle linee guida da seguire che vedremo più avanti.

Un altro fattore da tenere in considerazione è il contesto: se ad esempio usiamo il marrone per un detersivo, non stimoleremo di sicuro una sensazione di pulito, se al contrario lo usiamo per una marca di cioccolato faremo leva sulla struttura e la robustezza del prodotto.

Puoi vedere quindi come lo stesso colore può essere “giusto” o “sbagliato” in base al contesto, stimolando sensazioni diverse in ogni situazione.

Nello studio “Impatto dei colori nel Marketing”, i ricercatori hanno scoperto che circa il 90% dell’opinione che sviluppiamo su un prodotto la prima volta che lo vediamo è basata solo sul colore.

È importante però che il colore rispecchi le sensazioni che le persone associano a quel contesto e a quel brand, altrimenti avremo un effetto di incoerenza che genera avversione.

Usare quindi un colore che esalti le qualità del brand è fondamentale per definire la brand identity, sempre tenendo a mente il contesto ed il mercato in cui ci troviamo.

La capacità di un brand di distinguersi

Credi sia un caso che uno dei libri più famosi di Seth Godin si intitola la Mucca Viola?

Le mucche sono tutte bianche, nere e marroni, di certo una mucca di colore viola risalta fra tutte!

Un fattore fondamentale quando si parla di brand è la riconoscibilità.

In questo senso il colore ci viene molto in aiuto, e contribuisce a creare un’identità unica e differente da tutti i nostri competitors.

La ricerca “Color Research & Application” ha dimostrato come è di fondamentale importanza per i nuovi brand puntare su colori che sottolineino una netta differenza con i concorrenti (se ad esempio tutti usano il blu, tu usa il rosso).

Quindi se dobbiamo scegliere che colore usare per il nostro nuovo sito, logo o altro dobbiamo tenere a mente il contesto, il colore usato dai concorrenti e le associazioni mentali più frequenti (questo significa che se ad esempio il nostro è un prodotto per uomini virili è meglio non usare il rosa).

I colori per gli uomini e le donne

Hai mai visto un prodotto di cosmetica con un packaging arancione o marrone?

Non è un caso, infatti i colori meno apprezzati dal pubblico femminile sono proprio quei due.

Un elemento da tenere in considerazione quando si deve scegliere un colore piuttosto che un altro è il sesso del pubblico che dovrà vederlo.

Diversi studi hanno dimostrato come maschi e femmine abbiano diverse preferenze di colore.

distinzione-percezione colori

La Nascita del Rosa Schiapparelli

Forse non tutti sanno che Elsa Schiaparelli, stilista, costumista e sarta italiana naturalizzata francese, stella cometa della haute couture tra due guerre mondiali, grande amante di cappelli, ha inventato, oltre alle aragoste sugli abiti da sera e ai cappelli-scarpa, un nuovo colore che dava al rosa la forza del rosso.

Il colore, passato alle cronache come Rosa Shocking, era “luminoso, impossibile, sfacciato, inappropriato, vivificante, come tutta la luce e gli uccelli e i pesci del mondo messi insieme, un colore della Cina e del Perù ma non dell’Occidente”, un colore puro e non diluito. 

 

elsa schiapparelli

Schocking de Schiaparelli ha riempito un posto vuoto e freddo nella vita delle persone che sognavano il fascino e la mistica di luoghi lontani, mitici e irraggiungibili, pieni di piaceri mondani belli e arcani da godere e apprezzare nel più surreale dei sensi. La sua influenza non è mai stata dimenticata. Da quel momento in poi il rosa che scioccò il mondo divenne il suo marchio di fabbrica.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print